Esclusione  temporanea

Il  donatore affetto o precedentemente affetto da una delle sottoelencate patologie o condizioni è giudicato temporaneamente non idoneo alla donazione di sangue, di emocomponenti per un periodo di tempo di durata variabile in funzione della patologia o condizione rilevata (Allegato III, DM 2 novembre 2015).

Intervento chirurgico minore

1 settimana dalla completa guarigione clinica.

Cure odontoiatriche

– 48 ore per cure di minore entità da parte di odontoiatra o odonto-igienista.
– 1 settimana dalla completa guarigione clinica per l’estrazione dentaria non complicata, la devitalizzazione ed altri interventi (es. implantologia) assimilabili ad interventi chirurgici minori.
– 4 mesi nel caso di innesto di tessuto osseo autologo o omologo.

Assunzione di farmaci

Rinvio per un periodo variabile di tempo secondo il principio attivo dei medicinali prescritti, la farmacocinetica e la malattia oggetto di cura. Per i soggetti che assumono farmaci a dimostrato effetto teratogeno, la sospensione dovrebbe essere protratta per un periodo adeguato in rapporto alle proprietà farmacocinetiche del farmaco stesso.

Situazioni epidemiologiche particolari (ad esempio focolai di malattie)

Esclusione conforme alla situazione epidemiologica.

Manifestazioni allergiche gravi, fatta eccezione per lo shock anafilattico, a sostanze con particolare riguardo alla penicillina e cefalosporine e veleno di imenotteri

2 mesi dopo l’ultima esposizione.