Prepararsi alla donazione

La mattina della donazione è sconsigliato presentarsi a digiuno.
Si può fare una leggera colazione assumendo frutta fresca, succo di frutta, spremuta, caffè, tè (con poco zucchero o miele), biscotti secchi, pane e marmellata.
Da evitare assolutamente il latte e gli alimenti ricchi di grassi.

Verifiche preliminari

Prima della donazione si svolge un colloquio con personale medico per accertare che il volontario abbia i requisiti per effettuare la donazione:

  • accertamento dell’identità;
  • compilazione del questionario;
  • colloquio con il medico sulle condizioni generali di salute;
  • acquisizione del consenso informato alla donazione.

A seguire brevi indagini sanitarie per accertare l’effettiva idoneità per diventare donatore di sangue.

 

Per avere un’idea dell’indagine conoscitiva sulla salute del donatore, guarda –come esempio- il questionario utilizzato dal Policlinico A. Gemelli, (file PDF).

Prelievo

Si prelevano intorno ai 450 ml di sangue. L’operazione dura massimo 15 minuti ed è svolta in tutta sicurezza sotto attenta supervisione medica con materiale sterile e monouso.

Si può donare il sangue intero massimo quattro volte l’anno (90 giorni di intervallo minimo tra le donazioni); due volte l’anno per le donne in età fertile.
Per altri tipi di donazione l’intervallo tra una donazione e la successiva è sensibilmente inferiore.