Donare salva la vita!

 

Donare il sangue può davvero salvare una vita o addirittura più vite. Se nessuno lo facesse, molti bambini malati di leucemia non potrebbero sopravvivere, così come le persone in gravi condizioni a causa di un incidente.

La qualità e la sicurezza delle terapie trasfusionali è data dalle donazioni volontarie di vario tipo:

    • Sangue intero
    • Plasma (plasmaferesi)
    • Piastrine (piastrinoaferesi)
    • Donazione multipla di emocomponenti

Consapevolezza

Il sangue donato serve ai pazienti che subiscono un’operazione chirurgica; nel corso di qualsiasi intervento può diventare necessario, a giudizio del medico anestesista o dei chirurghi, trasfondere al paziente globuli rossi concentrati, plasma o piastrine.

Come ad esempio in caso di perdite ematiche, anemie, carenza dei fattori della coagulazione, malattie emorragiche, emofilia A e B, grandi ustioni, alcune patologie del fegato e dell’intestino.

Salute

Donare sangue periodicamente  garantisce ai donatori un controllo costante del proprio stato di salute, attraverso visite sanitarie ed esami accurati di laboratorio. Abbiamo così la possibilità di controllare il nostro organismo e di vivere con maggiore tranquillità, sapendo che una buona diagnosi precoce eviterà l’aggravarsi di disturbi latenti.

Per questo ad ogni donazione si effettuano i seguenti esami del sangue (il referto viene spedito a casa del donatore):

  • Emocromocitometrico completo
  • Sierodiagnosi per la Lue (Sifilide)
  • Test sierologico per la ricerca combinata di anticorpo anti HIV 1-2 e antigene HIV
  • Anticorpi anti-Treponema Pallidum (TP) con metodo immunometrico
  • HIV Ab 1-2 (AIDS)
  • Hbs Ag (Epatite B )
  • HCV Ab (Epatite C)
  • HCV NAT
  • HBV NAT
  • HIV 1 NAT

Successivamente deve essere ripetuta la ricerca di anticorpi irregolari anti-eritrocitari in caso di eventi che possono determinare una stimolazione immunologica dei donatori.

Dalla seconda donazione devono essere confermati:

  • Fenotipo ABO
  • Rh completo
  • Antigene Kell

Infine, ogni anno il donatore è sottoposto ai seguenti esami del sangue:

  • Glicemia
  • Creatininemia
  • Alanin-amino-transferasi
  • Colesterolemia totale e HDL
  • Trigliceridemia
  • Protidemia totale
  • Ferritinemia

Autosufficienza

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità l’ultima stima del fabbisogno nazionale di sangue è di 2.400.000 unità. Per raggiungere queste cifre occorrerebbero più di 1.300.000 donatori. Siamo ancora molto lontani da questi numeri perché i donatori sono in calo, e per questo dobbiamo importare dall’estero plasma ed emoderivati.

E’ anche attraverso l’impegno delle associazioni di donatori come la nostra, che si cerca di aiutare il SSN a raggiungere l’obiettivo dell’autosufficienza nazionale (e regionale) di sangue, emocomponenti e farmaci derivati.

Estate

Soprattutto nel periodo estivo si avverte un calo di donazioni, mentre il bisogno di sangue aumenta, anche per il maggior flusso di turisti e per il fabbisogno di servizi come, ad esempio, l’alta chirurgia ed i trapianti.

Immagine di apertura: 5 buoni motivi per donare il sangue